x-eventi-invito-PALLONI

Presentazione del volume “Dino Palloni. I Castelli. Antologia di scritti” a cura di Andrea Ugolini e Chiara Mariotti

Sala del Cassero – Castel Sismondo” ▪ Piazza Malatesta▪ Rimini (RN) ▪

Sabato 28 ottobre 2017 Ore 17.00

Il volume “Dino Palloni. I Castelli. Antologia di scritti” sarà presentato in occasione del Convegno “I castelli in epoca malatestiana. Residenza e difesa in Italia tra Medioevo e Rinascimento”, promosso dall’Istituto Italiano dei Castelli con l’intento di ricordare la figura dell’ingegner Dino Palloni, studioso di architettura militare già socio e vicepresidente del Consiglio Scientifico dell’IIC. La concomitanza con le celebrazioni malatestiane, indette dall’Assessorato alle Arti del Comune di Rimini, ha reso possibile l’organizzazione del Convegno che si terrà a Rimini presso Castel Sismondo il 27-28-29 ottobre. I temi discussi nelle giornate di studio saranno articolati in tre sessioni: “Castel Sismondo e i castelli dei Malatesta”, “Fortificazioni, armamenti e architetture in epoca malatestiana”, “I castelli italiani tra medioevo e rinascimento: continuità e innovazioni”. La presentazione del volume è prevista a coronamento dei lavori del Convegno.

Programma:

Presentazione delle autorità:
Massimo Pulini – assessore alle Arti del Comune di Rimini
Fabio Pignatelli della Leonessa – presidente nazionale IIC
Vittorio Foramitti – Università degli Studi di Udine, consiglio scientifico nazionale IIC

Andrea Ugolini, Chiara Mariotti – Università di Bologna
Le ragioni e la struttura del libro

Giovanni Rimondini – storico dell’arte e dell’architettura
In ricordo di Dino Palloni

Domenico Taddei – Università di Pisa
La ricerca scientifica riportata negli scritti di Dino Palloni

Gianni Perbellini – consiglio scientifico nazionale IIC
Dino e “Castellum”

Aldo A. Settia – già Università degli Studi di Pavia
«Rendere la storia meno polverosa»

Marco Dezzi Bardeschi – Politecnico di Milano
Architetture per la difesa. Quali strategie per la loro conservazione

Andrea Ugolini – Università di Bologna
Conclusioni

Maita Golfieri Palloni
Saluti